MA COSA FUNZIONA DAVVERO? FUNZIONA L'ALLINEAMENTO, L'IO SONO (prima parte).

Aloha!



Quale metodo funziona per raggiungere "il benessere spirituale"? Mi hanno chiesto, provocatoriamente. Io ho scelto l'Ho'oponopono ma posso esprimermi anche usando altri riferimenti. Cosa funziona davvero?

La risposta, per me, è chiara come il mio nome in questa esistenza. Funziona solo l'allineamento.


Sì, ma, l'allineamento di cosa o tra cosa?
L'allineamento che ci riporti alla nostra identità originaria. All'IO SONO.

Inizio, indifferentemente, da Abraham Hicks e dalla Legge di Attrazione.

Attraverso Esther Hicks, che canalizza questo insieme di "Coscienze collettive evolute", Abraham, appunto, ci comunica che solo attraverso l'allineamento otteniamo la realizzazione dei nostri desideri sul piano materiale. Lo spiegano prescindendo APPARENTEMENTE dal livello di vibrazione che caratterizza questi desideri. Perché in realtà ciò che spiegano è che il benessere che noi cerchiamo corrisponde al proposito per il quale siamo qui, al proposito per il quale abbiamo deciso di emergere in questa dimensione e di essere quelli che loro chiamano "leading edge creators" (Esther Hicks è statunitense), cioè "creatori all'avanguardia". 
Siamo qui, secondo la spiegazione di Abraham, per sperimentare la creazione della prosperità e della gioia. 
Eppure, riemergendo qui, per un motivo sul quale Abraham non si sofferma, ci siamo dimenticati di come si crea il benessere, mettiamola così per semplicità e per rimanere nell'argomento affrontato in questo post: l'allineamento.


Come si crea il benessere? Trovando, sintonizzandoci sulla coerenza vibrazionale: ogni soggetto concepito si trova in due forme nell'universo, la presenza e l'assenza di esso. Se c'è la vibrazione della presenza non può coesistere la vibrazione dell'assenza e viceversa. 


La presenza di una vibrazione elide la vibrazione opposta in maniera direttamente proporzionale alla propria intensità. La coerenza vibrazionale è il meccanismo alla base del funzionamento della Legge di Attrazione.


L'esempio che spesso usano, perché è quello che viene compreso in maniera più immediata, è quello del denaro: se io desidero avere più denaro, ma la vibrazione preponderante in me è quella dell'assenza del denaro, secondo la Legge di Attrazione la coerenza vibrazionale lavorerà in modo che io abbia ancora meno denaro.
Eppure io ho desiderato di avere più denaro. Come è possibile?
Non ero allineata, quando l'ho desiderato. Anche per Abraham, gli elementi da allineare sono tre: il desiderio che nasce a livello conscio, le emozioni corrispondenti, che sono presenti a livello subconscio e il nostro Essere Interiore, propaggine della Sorgente Universale, da cui tutto proviene (in base alla Legge di Attrazione, proprio tutto tutto).
Se io desidero di avere più denaro, ma le emozioni presenti in me sono connesse alla mancanza di denaro, la sensazione che ne deriva è la medesima e perdo l'allineamento con il mio Essere Interiore. Il mio Essere Interiore, in quanto propaggine della Sorgente creatrice, con facilità mi metterebbe sul percorso verso una maggiore quantità di denaro, ma non può farlo perchè non c'è corrispondenza tra il mio desiderio e le mie emozioni
Il click per la creazione consapevole è la sensazione, cioè il frutto immediato di un coerenza tra desiderio ed emozione. Anche qui l'allineamento della parte conscia con la parte inconscia deve essere un atto volontario, cioè la nostra Mente Conscia usa la volontà per cercare nel Subconscio le emozioni che corrispondano vibrazionalmente alla presenza del denaro, affinchè scatti il click della sensazione. 
Questa cosa la leggiamo ovunque: dobbiamo sentire "come se" il denaro (piuttosto che l'amore, la salute, il riconoscimento) ce l'avessimo già, e basta sentirlo per pochi istanti, affinché si crei l'allineamento con l'Essere Interiore e questi possa guidarci lungo il percorso verso l'ottenimento di maggior denaro.

 Anche per Abraham valgono le ripetizioni, soprattutto se avvengono nel dialogo interno, poiché le ripetizioni sono quelle che tracciano la via nella nostra mente inconscia per cercare e trovare le emozioni migliori, quelle che corrispondano sempre più alla sensazione di avere già maggior denaro a disposizione. E il dialogo interno, anche per Abraham, è costituito di frasi di Amore, rispetto e stima per se stessi (quindi non si tratta di mere affermazioni sul possedere più denaro): l'Universo mi ama, sa quanto sono capace e meritevole, sa che posso fare un buon lavoro essenzialmente su me stessa/su me stesso ma ugualmente negli ambiti che mi riguardano; e le persone che mi circondano lo notano sempre più, ecc. Quanto più le frasi hanno questo tipo di vibrazione, tanto più dura e si consolida l'allineamento tra desiderio conscio, emozioni subconsce e relative sensazioni prodotte ed Essere Interiore: a questo punto il percorso verso la meta diventa il percorso di minor resistenza (in fisica si direbbe anche di "maggior conduttanza"), nella migliore modalità di ricezione e ricevimento dei doni, in totale e completo allineamento e in accordo con la Legge di Attrazione.

Grazie per aver letto fin qui.  Alla prossima con un altro sistema di allineamento.
Ti Amo, Grazie. Pace dell'IO.

Commenti

Post popolari in questo blog

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (seconda parte)

RIPETERE "TI AMO": IL MANTRA PIÙ IMPORTANTE PER PULIRE CON HO'OPONOPONO

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (terza parte)