PORTIAMO LUCE CON LA NOSTRA SOLA PRESENZA

Aloha: riconosco la Vita e il Divino che è in te!


Mahalo alla mia magica amica Grazia per la meravigliosa citazione di Sri Aurobindo, attuale senza ombra di dubbio. 

In ZERO LIMITS il dr Hew Len racconta: <<Dieci anni fa, feci un patto con me stesso, mi promisi che mi sarei regalato una coppa di gelato enorme, con cioccolato fondente e panna, così grande da star male, se solo fossi riuscito a non giudicare nessuno per un giorno intero. Non sono mai stato in grado di farlo! Noto che me ne accorgo più spesso, ma non riesco a far passare un giorno.>> 

Eppure, nello stesso libro, racconta anche di essere arrivato a farsi offrire il pranzo o la cena nei locali in cui scommetteva con il proprietario che, pulendo egli (Hew Len) con Ho'oponopono, si sarebbero riempiti di clienti. Siccome succedeva puntualmente, il proprietario era ben felice di offrire il pasto. Il dottor Hew Len porta la Luce con la sua sola presenza.

Mi Dispiace, Perdonami sono i mantra apparentemente più difficili da usare: perchè, con questi mantra, ci prendiamo il 100% di responsabilità per i pensieri che abbiamo prodotto, basati sulle solite memorie indesiderate, che sottendono i soliti programmi, che manifestano i soliti problemi sia in noi stessi che in coloro che sono nella nostra sfera di coscienza ed anche in tutte le altre persone nel mondo che stanno manifestando il medesimo problema. E non solo in questa vita, ma anche in tutte le vite già trascorse in questa dimensione. Percé la separazione, la divisione sono un'illusione sia nello spazio come nel tempo: siamo tutti connessi, ciò che facciamo a noi stessi o anche solo ad un altro essere vivente e (apparentemente) non vivente, lo facciamo a tutti. Nel bene e nel male. Tenete a mente: anche nel bene.

Continuando a ripetere Mi Dispiace, Perdonami e i più potenti Grazie, Ti Amo, puliamo queste memorie, le cancelliamo, le trasmutiamo. Portiamo Luce.

Queste memorie si formano in continuazione, perché sono i soliti problemi, le solite lezioni che non vogliamo imparare ed errori che continuiamo a fare. Senza accorgercene, almeno non del tutto. E questo vale per ciascuno di noi, nessuno escluso, come ci fa notare il dott. Hew len con la storia del gelato che non è mai riuscito a regalarsi. Ma possiamo al tempo stesso portare Luce e farlo sempre, con la nostra sola presenza, anche con un nostro solo pensiero.

Eppure, se da grandi poteri derivano grandi responsabilità, è vero anche il contrario esatto: da una grande, quanto inevitabile responsabilità, derivante dal fatto che io sono una creatrice o un creatore, in quanto espansione diretta del Divino, è proprio questa parte di me (il mio Sé Superiore o Aumakua) a detenere l'enorme potere di correggere la creazione dissonante e di riportare l'equilibrio, perché tutto ritorni all'Uno, all'Unità ineluttabile dell'Amore completo. Questo significa Ho'oponopono: correggere ciò che è in disequilibrio, rimettere le cose la loro posto.

Ed è per questo che scegliamo di pulire: cioè la nostra Mente Conscia (Uhane), ripetendo i mantra Mi Dispiace, Perdonami ma anche e soprattutto Grazie, Ti Amo, inizia volontariamente la pulizia a livello della Mente Subconscia (Unihipili), dove sappiamo che si immagazzinano tutte le memorie indesiderate, anche se non sappiamo quali. E comunica il problema al nostro Sé Superiore (Aumakua), la parte più espansa di noi, la diretta propaggine dela Divino, dell'Essere, della Sorgente o come lo vogliamo chiamare. È il nostro Sé Superiore che sistema le cose e ci fa partecipare attraverso le azioni ispirate, spesso senza neanche che ce ne rendiamo conto. Quando abbiamo finalmente compreso questo, e c'è bisogno di tanta pulizia per comprenderlo, allora possiamo diventare un po' più consapevoli di quello che succede.

Siamo tutti ugualmente sulla stessa barca. Ma siamo tutti forniti di un Aumakua. E riallinearci con questo nostro Sé Superiore ci espande il cuore (o, se preferite, il chakra del cuore) e ci fa emettere la Luce in esso contenuta.

Ecco perché è così importante continuare a pulire, farlo non appena ce ne ricordiamo e tutte le volte che possiamo. E magari possiamo osservare cosa succede intorno a noi: piccoli e grandi miracoli. 

E magari possiamo farlo finché ci rendiamo conto che è bello continuare a pulire, a ripetere Grazie, Ti Amo, che ci costa proprio nulla farlo, che continuiamo anche di notte, mentre dormiamo, perché i nostri 3 Sé si allineano senza fatica. 

A quel punto, la nostra Energia, il nostro Mana è in continuo movimento, nel flusso inarrestabile della Coscienza Universale, al punto che dove siamo noi le memorie si puliscono immediatamente, perché senza fatica ci prendiamo il 100% di responsabilità mentre continuiamo il nostro lavoro in ufficio, rassettiamo casa, scriviamo a quacuno, facciamo sport, interagiamo con altre anime ecc. E così portiamo Luce con la nostra sola presenza.

Provate a chiudere la giornata con la preghiera LA PACE DELL'IO, una delle grandi invocazioni di Morrnah Nalamaku Simeona, la Kahuna hawaiana che aggiornò l'antichissima pratica spirituale di Ho'oponopono, una preghiera che ci riporta nella Luce e nella Pace del nostro Cuore e allinea i nostri tre Sé prima di dormire:

Che la Pace sia con Te, tutta la mia Pace, la Pace dell'Io, la Pace dell'Io Sono. La Pace di sempre, quella di adesso e quella infinita e oltre. Io dono a Te la mia Pace, io lascio a Te la mia Pace. Non la Pace del mondo ma semplicemente la mia Pace. La Pace dell'Io. 

Ti Amo, Mi Dispiace, Perdonami, Grazie per aver letto fin qui.


Pace Oltre Ogni Comprensione, Pace dell'IO.

Commenti

Post popolari in questo blog

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (seconda parte)

RIPETERE "TI AMO": IL MANTRA PIÙ IMPORTANTE PER PULIRE CON HO'OPONOPONO

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (terza parte)