LA PREGHIERA DI REALIZZAZIONE HUNA, RIVISTA CON HO'OPONOPONO.

 

Aloha: riconosco la Vita e il Divino che è in Te.


Questo post sarà probabilmente un po' più lungo della media, ma varrà la pena arrivare fino in fondo. Ve ne accorgerete quando arriverete a formulare pienamente la vostra preghiera di realizzazione Huna e mi ringrazierete di questa fatica (vostra ma anche mia).

La preghiera di realizzazione rappresenta l'unione felice della sapienza Huna, più legata alla comprensione del funzionamento del sistema uomo-divinità, e Ho'oponopono, fondato esclusivamente sull'Amore e sul suo riconoscimento come Energia che produce il cambiamento.

Ricordo che, per gli Hawaiani antichi, Ho'oponopono era il processo di mediazione per ottenere la risoluzione dei problemi, basato sull'incontro tra le persone coinvolte (famiglie, gruppi, interi villaggi) e mediato appunto dal Kahuna hawaiano, lo sciamano: con questo procedimento si risolvevano tutti i problemi, compreis quelli fisici, con guarigioni straordinarie.

Per questi hawaiani antichi era legittimo costruire la preghiera di relaizzazione, con precisione, senza cambiarla, una volta creata. Dicevano: come il cintadino non smuoverebbe mai la terra che ricopre il seme, una volta piantato, perché il seme così morirebbe, allo stesso modo non si va a modificare la nostra intenzione. In sé, questo ragionamento è corretto.

Bisogna capire che si trattava di un popolo le cui alte tradizioni spirituali, anche attraverso la tradizionale pratica di Ho'oponopono, creavao poche occasioni (rispetto alla nostra realtà) di formare memorie indesiderate, che in ogni caso si puntava a pulire al più presto. Ma cosa apporta di diverso Ho'oponopono aggiornato da Morrnah Nalamaku Simeona, a questo processo sciamanico?

Il processo aggiornato di Ho'oponopono è oggi importantissimo per adattare l'energia della pulizia ai nostri giorni, intrisi di memorie indesiderate, che continuano a far funzionare quei programmi  che manifestano gli stessi spiacevoli e, a volte, terribili problemi.

È basato sulla ripresa della circolazione dell'Amore ottenuta dall'azione della pulizia fatta individualmente, nel senso che la Mente Conscia di ciascuno di noi può, in qualunque momento, scegliere di iniziare la pulizia delle memorie indesiderate della Mente Subconscia, dove queste memorie sono immagazzinate.

Quindi, cosa si ottiene unendo la Sapienza Huna antica con Ho'oponopono aggiornato, nel fornulare la preghiera di realizzazione?

Si ottiene di riconoscere che, se è comunque vero che è meglio evitare di smuovere la terra dove abbiamo piantato il seme, magari addirittura cercando di cambiarlo, è altrettanto vero che ogni qualvolta noi ripetiamo la preghiera, connettendoci con la Divina Intelligenza attraverso il nostro Sé Superiore, possiamo ricevere dei suggerimenti ispirati, sotto forma di pensieri, idee, vere e proprie illuminazioni.

Potete scriverli e ripeterli nella preghiera mano a mano che li ricevete, perché è così che il vostro Sé Superiore sta ricevendo le indicazioni della Divinità. A PATTO CHE rappresentino per voi NUOVE METE intermedie da raggiungere con gratitudine e soddisfazione prima della meta finale. E non siano, al contrario, passaggi che "abbiamo bisogno" di fare prima di vedere realizzata la nostra preghiera perché, in questo caso, è il nostro ego a richiederli e, non solo non otterremo ciò che vogliamo, ma in più otterremo cose che proprio non volevamo e né avremmo mai desiderato.

E, infatti, questo è coerente con il chiedere "cosa", ma non il "come". La Divinità conosce le memorie (quelle della nostra vita, dei nostri antenati e delle vite precedenti) che dobbiamo pulire prima di raggiungere il risultato della nostra preghiera. Solo la Divinità, e quindi il nostro Sé Superiore, sanno quali è più importante pulire prima.

Nel formulare la preghiera di realizzazione, ricordate di:

- parlare e scrivere sempre in prima persona (siete voi che avete pensato alla vostra "storia" che volete vedere realizzata e nessun altro al posto vostro)

- usare il presente, più che il futuro e comunque mai il condizionale (vorrei, farei, ecc), per entrare già nella vibrazione dei risultati che otterrete. Per esempio: io divento (diventerò), io faccio (farò), io vengo (verrò) assunta/o, io vivo/vivrò a...ecc., ecc.

Quindi, ormai avrete capito che la preghiera di realizzazione è un racconto della realizzazione di un vostro desiderio. Scegliete un desiderio piccolo e vicino nel tempo o proprio un progetto, con le varie fasi, RICORDANDO QUANTO SCRITTO SOPRA.

Nel prossimo post vi descriverò i passi da fare per centrare e pulire prima di dedicarvi alla preghiera, sia alla sua creazione che alla sua ripetizione. Oggi vi chiedo di prendere atto di questi concetti preliminari.

Grazie per aver letto fin qui.

Ti Amo, Pace dell'Io.

Commenti

Post popolari in questo blog

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (seconda parte)

RIPETERE "TI AMO": IL MANTRA PIÙ IMPORTANTE PER PULIRE CON HO'OPONOPONO

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (terza parte)