I SETTE PRINCIPI HUNA: IKE, tutto è sogno, i sistemi sono arbitrari.

 


Aloha: riconosco la Vita e il Divino che è in Te!

Con l'aiuto del dr Serge Kahili King, psicologo e Kahuna hawaiano, visiteremo uno ad uno questi 7 principi che formano un paradigma non solo della lettura dei fenomeni di questo mondo da parte della sapienza Huna delle Hawaii, ma anche della possibilità di tradurre tale lettura in applicazioni pratiche affinché ognuno di noi raggiunga la sua piena realizzazione.

Kahili King riesce a fondere mirabilmente l'antica sapienza hawaiana con la moderna praticità, spiegando la filosofia che sta dietro alle credenze, ai fondamenti e alla storia di questa quasi atavica conoscenza.

Il Kahuna delle Hawaii è indicato comunemente e comodamente come lo sciamano delle pratiche hawaiane di Huna. Il termine "Kahuna" sta a significare "colui o colei che detiene il segreto", intendendo indicare una persona sapiente e dotata che è stata iniziata e allenata all'uso di una conoscenza nascosta, ma non perché la mantenga tale, piuttosto perché la condivida saggiamente con chiunque voglia e/o possa trarne beneficio e impararne il significato profondo, conservando per essa un grande rispetto. Non è necessario che la persona prescelta appartenga ad una famglia di Kahuna, come invece era Morrnah Nalamaku Simeona, riconosciuta Kahuna già all'età di 3 anni. Anche una persona dotata di intelletto e sensibilità particolari può essere iniziata alla sapienza Huna e allenata ad utilizzarla per il proprio beneficio e per quello degli altri, poiché il servizio è parte importante dei compiti del Kahuna.

Infatti Serge Kahili King non era nativo delle Hawaii, ma fu legalmente adottato da una famiglia hawaiana e ha vissuto quasi tutta la sua vita nelle isole hawaiane, venendo iniziato e allenato allo sciamanesimo hawaiano dei Kahuna.

I sette principi Huna sono:

IKE, KALA, MAKIA, MANAWA, ALOHA, MANA, PONO.


IKE. 

È il primo dei sette principi Huna e significa "Il Mondo è Come Pensi Che Sia".

Significa anche: "Il mondo è un'illusione, tutti i sistemi sono arbitrari". Ma non solo. Infatti capiremo, andando avanti, che molti significati si celano dietro ogni termine Huna, poiché la potenza della sapienza Huna fu nascosta nelle parole della lingua delle Hawaii, per proteggerla da chi avrebbe voluto distruggerne la tradizione (probabilmente i missionari che approdarono sulle isole hawaiane diversi secoli orsono). Il termine IKE, secondo Kahili King, signfica anche "vedere, sapere, sentire, percepire, essere consapevoli, comprendere". Ma significa anche, nella forma ancora attiva del signficato più antico (ho'ike) "mostrare, dimostare, spiegare, rivelare, esperire".

In soldoni, tutto questo ci ricorda quello che la fisica teorica, di tipo quantistico, ha neache tanto recentemente dimostrato: e cioè che la posizione di colui che osserva il mondo (l'osservatore) è fondamentale per la la creazione del mondo in cui viviamo.

Quindi è importante controllare in quale posizione ci troviamo intermini di pensieri, emozioni e sensazioni, quando esprimiamo il desiderio che la nostra realtà sia diversa.

Poiché IKE significa anche "consapevolezza, essere consapevoli", nei termini dei 3 Sé (Superonscio, Subconscio e Conscio), la Mente Conscia o Uhane, grazie alla consapevolezza, può contare sull'aiuto della Mente Subconscia o Unihipili, nella quale trova tutte le memorie positive, quelle che fanno in modo che otteniamo  ciò che desideriamo, quando usiamo i programmi positivi che queste memorie sottendono: solo che le usiamo poco.

Perché usiamo di più le memorie indesiderate, che hanno sempre sede nella Mente Subconscia, che sottendono programmi inutili o addirittura dannosi.

Così la Mente Conscia, secondo IKE, può iniziare ad ordinare gentilmente alla Mente Subconscia di pulire le memorie indesiderate. Ciò che fa la Mente Subconscia è di comunicare al Superconscio o Sé Superiore (Aumakua) che ci sono memorie indesiderate da pulire. 

Il Superconscio, che è la parte divina in noi, risponde iniziando immediatamente tale pulizia. Si crea così un Vuoto nella Mente Subconscia, attraverso il quale il Superconscio fa arrivare l'Intelligenza Divina, sotto forma di "Ispirazione" Divina alla Mente Conscia.

La Mente Conscia, quindi, riconosce questa inspirazione grazie alle memorie positive, che sono state pulite anch'esse, (per evitare aspettative) ma che tornano sotto forma di Ispirazione Divina o espressione subconscia e ritrovata della positività divina.

Grazie per aver letto fin qui.

Grazie, Ti Amo, Pace dell'IO SONO.




Commenti

Post popolari in questo blog

Due titoli un po' diversi...perché?

"AMA IL TUO NEMICO"...COME RIVALUTARE LA NOSTRA MENTE CONSCIA (seconda parte)

GLI STRUMENTI DI HO'OPONOPONO (terza parte)